Maschio adulto solitario

€17,00
Articolo:
Cosimo Argentina
Maschio adulto solitario
«Io sono Kuma, un maschio adulto solitario che…» Mi fermai; volevo dirle che amavo Sara, ero protetto dagli Invisibili e avevo come migliori amici un cieco di Bari e una tigre chiusa in un cortile condominiale ma pensai che questa dove cazzo se l’era guadagnata tutta ’sta fiducia. Allineato e coperto, così dovevo starmene.
 
 

Dànilo Colombia a diciotto anni sa già che la sua vita è un viaggio a ritroso, una discesa agli inferi, una sconfitta: la famiglia, il lavoro, l’amore segnano un percorso di autodistruzione e perdita di sé.

 
Tuttavia, Dànilo non sa fuggire. Anzi, s’impantana nel grembo di una Taranto maleodorante e fatiscente, e il suo cuore s’inabissa in un esilio disperato nel quale essere soli è, nello stesso tempo, dolore incurabile e sopravvivenza.
Un romanzo “nero” e carico di humor che racconta la storia di un giovane uomo che non accetta la vita del branco e di esso tuttavia non riesce a fare a meno.

 

info-copertina
Maschio adulto solitario
no
anno: 
2008
pagine: 
312
isbn: 
978-88-6266-003-7
Finalista al Premio Castiglioncello 2008, Trazione anteriore 2008, Premio Bergamo 2009 e Premio Bari 2009

 http://maschioadultosolitario.blogspot.com/


Per ascoltare l'intervista di Tommaso Giartosio ad Argentina a Fahrenheit del 5 maggio vai su http://www.radio.rai.it/radio3/fahrenheit/index.cfm

Per ascoltare l'intervista di Bruna Miorelli del 5 luglio vai qui
http://www.radiopopolare.it/fileadmin/notiziario/sabatolibri_05_07_2008.mp3
 
 
 
 
 

Cosimo Argentina, Maschio adulto solitario

27/04/2008
Taranto, il romanzo della crisi, di Mario Desiati

Una realtà come Taranto ha bisogno di chiavi di lettura. Non si può vivere e cercare di cambiare questa città senza una coscienza. E la coscienza di una terra a volte spetta alla letteratura. Taranto ha diversi scrittori, molti di valore, ma ha trovato colui che può essere definito il suo “autore”.

Cosimo Argentina, Maschio adulto solitario

01/05/2008
Argentina, un nuovo Viaggio al termine della notte, di Renato Barilli

Cosimo Argentina, Maschio adulto solitario

09/09/2008

Taranto, città corrotta e solitaria, di Angelo Guglielmi

Cosimo Argentina, Maschio adulto solitario

05/09/2008
Il punto G del romanzo, di Filippo la Porta
 
Prendete il Céline dei primi romanzi, quella autobiografia tutta gridata, picaresca, piena di odio, e poi mescolatelo con un gergo da noir autarchico dentro un paesaggio tipicamente saraceno. Avrete un’immagine abbastanza verosimile di Maschio adulto solitario di Cosimo Argentina.

Cosimo Argentina, Maschio adulto solitario

01/09/2008
Quanto è nera la Taranto di Argentina, di Renato Minore

Cosimo Argentina, Maschio adulto solitario

24/05/2008
La Taranto borghese di Argentina, città tossica e “pulp”, di Enzo Mansueto
 
I romanzi di Flavia Piccinni o Gianluca Antonacci, la finzione noir di De Cataldo, l’inchiesta narrativa di Alessandro Leogrande o Ornella Bellocci, sono solo alcune delle vie alla scrittura di Taranto che vanno accavallandosi in questo estremo lembo della contemporaneità.

Cosimo Argentina, Maschio adulto solitario

25/05/2008

Taranto, un manga che ha fatto splash, di Giacomo Annibaldis

Taranto, odio e amore. Mai forse la città dei due mari è stata così protagonista in letteratura, quanto nell’ultimo romanzo di Cosimo Argentina, Maschio adulto solitario. «Mi voltai verso la città – scrive lo scrittore tarantino, ormai brianzolo – e in prospettiva vidi quest’ammasso di cemento e acqua e immondizia e mi venne voglia di scomparire, ma in quello stesso istante mi resi conto che era proprio là che volevo vivere».

Cosimo Argentina, Maschio adulto solitario

14/06/2008
I manovali della vita violenta, di Sergio Pent

Cosimo Argentina, Maschio adulto solitario

21/05/2008

Operai e ufficiali, tutti i perdenti di Argentina, di Andrea Di Consoli

Con Maschio adulto solitario Cosimo Argentina (Taranto 1963) scrive un romanzo indimenticabile. Fonde, narrativamente, il mito di un eroicomico apprendistato alla vita (si torna, come ne Il cadetto, per un capitolo, in una caserma) e l’antimito della scoperta della vita adulta (sentiamo certe atmosfere di Bar Blue Seves, o di Viaggiatori a sangue caldo). La dedica del romanzo è chiara: “Ai deboli, agli insicuri, agli indifesi”.

Cosimo Argentina, Maschio adulto solitario

01/06/2008
23/04/2008 - Paese Nuovo
Homo homini lupus, di Elisabetta Liguori

La realtà descritta da Cosimo Argentina nel suo ultimo romanzo, Maschio adulto solitario, edito da Manni giusto in questo aprile 2008, è sapientemente lavorata con la carta vetro dei falegnami.

Carrello

Mostra il carrello.

Cerca libro

News