Sull’altopiano

€15,00
Articolo:
Andrea Zanzotto
A cura di Francesco Carbognin
Sull’altopiano
Racconti e prose (1942-1954) con un’appendice di inediti giovanili

Rilette oggi, le prose di Sull’altopiano – qui riproposte nel nucleo originario del ’64 – conservano intatto il loro fascino, affidato alla intensità di scrittura e alla variabilità di registri che le connotano. Vengono ora ad accostarsi, in Appendice, alcune pagine coeve per ideazione, sino a oggi non raccolte in volume: racconti brevi, frammenti, prove di scrittura di un realismo emozionale a tratti fantastico, allucinato, onirico. Prosa che raggiunge la poesia, scriveva Zanzotto per la Pietra lunare di Landolfi: non si saprebbe definire più puntualmente questo repertorio di immagini, cromatismi, concrezioni e occorrenze lessicali, che nella loro “tessitura intima” vanno configurandosi in parallelo con la coeva produzione in versi.

 
Niva Lorenzini
info-copertina
Sull’altopiano
anno: 
2007
pagine: 
168
isbn: 
978-88-8176-949-0

Andrea Zanzotto (Pieve di Soligo, 1921) è protagonista della letteratura contemporanea, non soltanto italiana. I suoi libri di poesia, molto tradotti, sono raccolti nel “Meridiano” Le poesie e prose scelte (1999), cui è seguito Sovrimpressioni (2001). La sua intensa attività di critico è testimoniata dai due volumi di Scritti sulla letteratura (2001) e da numerosi interventi apparsi in quotidiani e periodici.

 
 
Francesco Carbognin (Verona, 1970) ha conseguito il Dottorato in Italianistica presso l’Università di Bologna, dove svolge attività di ricerca e di collaborazione. È autore di una monografia su Zanzotto (2007) e di diversi saggi apparsi, tra l’altro, su “Strumenti critici”, “il verri”, “l’immaginazione”.

Ascolta l'intervista del 26 dicembre 2007 di Tommaso Giartosio a Zanzotto su Fahrenheit:
http://www.radio.rai.it/radio3/fahrenheit/mostra_libro.cfm?Q_EV_ID=236580

INDICE

LE SIGNORE

Augusta (1952)
Vagabondaggi notturni (1954)
La coscienza incerta (1950)
Le vendette della signora (1949)
La scomparsa di Ciankì (1947)
Ero farfalla (1953)
Mercato distante (1943-1950)

ALTRI RACCONTI E PROSE

Sull’altopiano (1942-1950)
Parlami ancora (1950)
Parentele ragnatele (1951)
Autobus nella sera (1954)
Risveglio pomeridiano (1953)
La lunga catena (1942-1952)
Segreti della pioggia (1947)
Crepuscolare (1952)
Il pesco degli emigranti (1950)
Idea dell’autunno (1949)
1944: FAIER (1954)

I DIARI

Oltre l’arsura (1946)
Vita di un diario (1946)
Pagine dissepolte (1942-1950)
Secondo giustizia (1942-1948)

APPENDICE

Confidenze
Accade in febbraio
Alcune fantasie (I, II, III)
Lettera a Giacomo
Fine di stagione
Sull’altopiano
Il vigneto

Nota del curatore

Andrea Zanzotto, Sull'altopiano

02/12/2007

Il prete malato e i contadini

Andrea Zanzotto, Sull'altopiano

03/01/2008

Sull'altopiano di Zanzotto gli stessi cieli di Giorgione, di Domenico Cacopardo

Andrea Zanzotto, Sull’altopiano

10/01/2008
Zanzotto volò dall’altopiano fino al centro della coscienza, di Sergio D’Amaro
 
La riproposizione dei racconti di Andrea Zanzotto Sull’altopiano nell’edizione del 1964, arricchita però da un’appendice di inediti giovanili, permette di cogliere in visione di filigrana il terreno di coltura della vocazione letteraria dell’autore.

Andrea Zanzotto, Sull'altopiano

19/01/2008

Le prose di Zanzotto, di Enzo Mansueto

Andrea Zanzotto, Sull'altopiano

21/01/2008
Dove il sole non invecchia, di Alessandro Puglia

C’è un altopiano nella letteratura italiana dove il sole non invecchia, dove un odore riporta fuori dall’irreparabile dissolversi del tempo. È un altopiano morbido, ma circondato da vette di inquietudine dove si ripete un ritmo ciclico privo di certezze e colmo di ricordi.

Andrea Zanzotto, Sull'altopiano

02/02/2008

Inediti giovanili, di Gabriele Dadati

Carrello

Mostra il carrello.

Cerca libro

News