Alda Merini, Sono nata il ventuno a primavera

05/06/2005

Alda Merini e la figlia troppo lontana


          a mia figlia Manuela


Tu hai comperato una macchina
per andare sempre lontano
per staccarti dal mio povero cuore
ma io venti anni fa
avevo preparato una culla
e aspettai venti lunghi anni
temendo che tu crescessi
(mio padre aspettava con me
il tuo primo sorriso
ed io sembravo Maria
in cerca del suo Signore)
Adesso tu hai comperato una macchina
sei diventata moderna,
ma tua madre è tornata bambina
chiusa nella follia
e sogna in un'oasi di pace
la sua Manuela bambina
e il riso della speranza

Cerca libro

News