Argomento “l'EstroVerso”

Alessandro De Santis, Metro C

07/07/2014
 Partendo da Virgilio, di Luigi Carotenuto
 
Flectere si nequeo superos, Acheronta movebo (Eneide). “Se non potrò muovere le potenze del cielo, solleverò quelle degli inferi”. Ci sembra, questo verso virgiliano, un buon punto di partenza per riflettere intorno alla raccolta poetica di Alessandro De Santis, Metro C (manni). A conforto di ciò, v’è pure l’empatica nota introduttiva di Aurelio Picca, da uno scrittore e poeta, a un poeta e scrittore.
Condividi contenuti

Cerca libro

News