Amore, com'è ferito il secolo - VECCHIA EDIZIONE

€0,00
Articolo:
Giorgio Caproni
Amore, com'è ferito il secolo - VECCHIA EDIZIONE
Poesie e lettere alla moglie
ESAURITO

Si pubblicano qui per la prima volta quindici lettere scambiate tra i due coniugi, Giorgio e Rina. E insieme le più belle poesie di Caproni per la moglie, centro costante della sua vita.
L'introduzione e la cura sono di Stefano Verdino. Le foto inedite provengono dall'archivio personale dei figli del poeta, Mauro e Silvana.
 
info-copertina
Amore, com'è ferito il secolo - VECCHIA EDIZIONE
no
anno: 
2006
pagine: 
112
isbn: 
88-8176-859-3
a cura di Stefano Verdino Con inserto fotografico
Primi versi

A Rina
 
   Nell’aria di settembre (aria
d’innocenza sul chiareggiato
colle) sopra le zolle
ruvide mi sono care
le case a colori grezzi
del tuo paese natale.
 
   Scherzano battendo l’ale
candide sui tetti a fiore
giunti, le colombelle
nuove.
 
   Mentre commuove
dei voli l’aria il giro
tondo, nel cielo ai tocchi
festevoli delle campane
è il lindore dei tuoi virginei

occhi.

Giorgio Caproni, Amore com’è ferito il secolo

14/12/2006
Il Canzoniere inedito di Caproni, di Nicola Vacca
  
Giorgio Caproni è tra i poeti del Novecento il più singolare nella sua opera, con il gusto del paradosso filosofico, il poeta livornese senza mai rinunciare a un’ironia intelligente, ha dato una lettura tagliente delle inquietudini problematiche del secolo breve.
Caproni è un poeta, che per l’attualità dei suoi temi, andrebbe letto e studiato ancora oggi.

Giorgio Caproni, Amore, com'è ferito il secolo

04/03/2007

Un canzoniere segreto nelle lettere di Caproni, di Paolo Febbraro

Giorgio Caproni, Amore, com'è ferito il secolo

10/03/2007

Caproni legge romanzando, di Massimo Natale

Giorgio Caproni, Amore, com'è ferito il secolo

20/03/2007

Semplicità di scrittura e sentimenti profondi, di Giuseppe Bonaviri

Giorgio Caproni, Amore, com'è ferito il secolo

30/03/2007

Su un'eco (stravolta) della Traviata, di Giorgio Caproni

Dammi la mano. Vieni.
Guida la tua guida. Tremo.
Non tremare. Insieme,
presto Ritorneremo
nel nostro nulla - nel nulla
(insieme) Rimoriremo.

Giorgio Caproni, Amore, com'è ferito il secolo

01/04/2007

La rima giusta per la moglie Rina, di Pasquale Di Palmo

Giorgio Caproni, Amore, com'è ferito il secolo

02/04/2007

Tre donne, la guerra, i figli: vita quotidiana di Giorgio Caproni, poeta, di Pietro Spataro

Giorgio Caproni, Amore, com'è ferito il secolo

07/04/2007

Poesie e lettere di Giorgio Caproni a Lina, di Angelo Lippo

Giorgio Caproni, Amore, com’è ferito il secolo

02/08/2007
Caproni, poesie per Rina, di Stefano Verdino
 
C’è una famosa poesia di Brecht in cui il lettore operaio si interroga sulla storia e si chiede la sorte della moltitudine umana che ha prodotto capolavori o subito rovina, al di là degli illustri protagonisti. Una domanda affine si può rivolgere anche ai grandi artisti e ai grandi scrittori. Loro sono appunto”grandi”, ma la loro grandezza è solo merito loro?

Cerca libro

News