Di lotta e di memoria

Di lotta e di memoria

sottotitolo
Perché il sindacato ha ancora un ruolo. La Cgil vista dal di dentro
copertina
anno
2014
Collana
Categoria
pagine
136
isbn
978-88-6266-553-7
Titolo
Di lotta e di memoria
Prezzo
14,00 €
ISBN
978-88-6266-553-7
Di fronte ad una crisi sociale ed economica di proporzioni enormi, il segretario generale dello SPI (il Sindacato Pensionati, categoria più numerosa – con quasi tre milioni di iscritti – del maggiore sindacato italiano), si interroga e riflette sulle trasformazioni che hanno investito nell'ultimo ventennio la società e il mondo del lavoro, la CGIL e il rapporto con la politica.
Forte delle radici di una famiglia contadina, delle lotte portate avanti per i diritti dei lavoratori e di una esperienza trasversale come donna del sindacato, Carla Cantone, sollecitata dalle provocazioni di Massimo Franchi, tratta con schiettezza le questioni che riguardano l'universo delle pensioni, dalla artificiosa contrapposizione tra generazioni alle pensioni d'oro, dalla disastrosa riforma Fornero a quella, necessaria, dell'INPS.
Infine, la Cantone affronta il dibattito in corso nella CGIL, l'elaborazione di strategie che rispondano alle nuove domande che la crisi pone (in particolare, la rappresentanza delle nuove figure di lavoratori: i precari, gli interinali, le false partite Iva), rimanendo ancorati ai valori di fondo: "Essere di sinistra oggi e domani significa assumersi la responsabilità di difendere tutto ciò che non è casta: dai bambini agli anziani, dai poveri a chi lavora, a chi è disoccupato."
La riflessione della segretaria dello SPI si svolge in maniera semplice e franca, ricca di spunti personali e di aneddoti sui leader del sindacato e della politica. Dalle sue parole emerge la radicalità delle scelte di una sindacalista priva di fuorvianti ideologie e legata alla concretezza delle questioni del lavoro e del disagio sociale.

 

Guarda qui la puntata di Coffee Break di La7 del 30 aprile 2014 con Carla Cantone