L’equazione e la nuvola

€12,00
Articolo:
Piera Mattei
L’equazione e la nuvola
Il viaggio, il rapporto della poesia con l’indagine scientifica, ma anche echi notturni e diurni di voci e insieme gli uomini e la natura intorno sono elementi fondanti di questa poesia intensa. In tutto il percorso è in primo piano, sia pure celata, l’equazione che attrae verso la vita e la bellezza nelle sue forme più varie fino all’incontro finale attraverso gli occhi enigmatici di un regale uccello della notte.
 
 

 

info-copertina
L’equazione e la nuvola
Libro novità
anno: 
2009
pagine: 
128

PRIMI VERSI

leggevo Keats

veloce è entrata
dalla finestra una nuvola
– le pagine del libro se ne intridono –
se voglio toccarla fugge
spirando verso la cupola moresca

bellezza è verità
ripete il libro
e ora questa nuvola
protagonista di una storia
cela i colori
si diffonde al giallo dei lampioni
soffoca infine il bianco

non fanno dunque più parola
le colombe bianche
gioca Afrodite con la schiuma
contro le sabbie bionde dell’Africa


Dirac o della bellezza

dove le passate beltà
in quali memorie
attivano le loro vite non eterne
e dove l’Ericina dai seni teneri e saldi?

la bellezza in questa sala
si slancia dall’equazione di Dirac

i segni a cui la mente guidò la mano
un disegno
essenziale nella raccolta penombra


dove infine

non dubito che cantassero i pianeti
prima che nuovi angeli imponessero

“rumori non più canti!”
e dura e calpestabile la soglia
dove l’uno nell’altro trapassa
sempre più in alto

dove infine muto e sordo è lo spazio
 

Piera Mattei, L’equazione e la nuvola

01/03/2010
Il parlato raffinato della Mattei, di Luigi Celi   
 
La categoria del viaggio, fin dai poemi omerici, è un archetipo filosofico-letterario: la vita, la conoscenza sono viaggio. Dalla nascita alla morte noi siamo in viaggio, siamo ontologicamente, strutturalmente viaggio.

Piera Mattei, L’equazione e la nuvola

01/12/2009

Il femminile dell'arte, di Roberto Pagan

Piera Mattei, L’equazione e la nuvola

01/03/2010
Limiti e vie di fuga, di Rosa Pierno
 
Ciò che visivamente tesse la poesia di Piera Mattei nel suo ultimo libro, L’equazione e la nuvola, è di fatto una spola che percorre non analizzabili materie: mentali, immaginarie, oltre che percettive e mnemoniche, sebbene si diparta sempre da ciò che cade sotto il suo sguardo. Eppure, tale spola, sulla pagina, deposita parole che di questo percorso, complesso e inestricabile, segnano, inequivocabilmente, sul foglio la traccia.

Piera Mattei

25/06/2010
Piera Mattei e la poesia degli attimi, di Luigi La Rosa
 
Non dirò chi
ne è il destinatario
nessun altro dovrà raccoglierle
sono state scelte
una a una, una tela
che il prato aveva disteso

Piera Mattei, L’equazione e la nuvola

01/09/2010

Tra bellezza e intelligenza, di Lea Canducci

Conoscevo già i precedenti libri di poesie di Piera Mattei, in particolare avevo molto apprezzato La materia invisibile per la sua verità e concretezza, per la sua espressività raffinata, elegante e sobria.

Piera Mattei, L'equazione e la nuvola

01/06/2010

L’equazione della Mattei, di Luisa Pianzola

Cerca libro

News