La guerra del vino

La guerra del vino

copertina
anno
2010
Collana
Categoria
pagine
136
isbn
978-88-6266-094-5
nota
Prefazione di Vito Antonio Leuzzi
Le politiche governative dopo l’ingresso italiano nel Mercato Comune Europeo e le insufficienti riforme agrarie nel Sud, terra di preda per gli industriali del Nord che in Puglia compravano il vino da accorpare al Chianti e al Barbera, furono oggetto non solo di dibattiti parlamentari.
«Il secondo punto della mia mozione riguarda le sofisticazioni e le frodi. Su questo problema potrebbe farsi un romanzo», affermava l’onorevole Francesco De Vita alla Camera dei Deputati il 2 ottobre 1957.
Negli ultimi giorni di quell’anno migliaia di contadini scesero in piazza nel Leccese e nel Brindisino, dopo che si diffusero le notizie sull’andamento della vendemmia, dimezzata dai violenti temporali, e sul crollo del prezzo delle uve.
La forte tensione sociale sfociò il 9 settembre, a San Donaci, in un duro scontro con la Polizia durante il quale tre giovani vignaioli, tra cui una donna, persero la vita.
 
 

Alfredo Polito è presidente provinciale dell’Arci di Brindisi, studia Lettere moderne presso l’Università del Salento, collabora con il “Nuovo Quotidiano di Puglia”. Nel 2007 ha promosso e curato tre giornate di mostre e dibattiti per le celebrazioni ufficiali del cinquantesimo anniversario dei fatti di San Donaci sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.
 
Valentina Pennetta è laureata in Beni Culturali presso l’Università del Salento e ha conseguito il diploma di archivista a Bari. Svolge attività di ricerca e catalogazione per vari enti. È autrice di saggi sull’industria vinicola in Terra d’Otranto. È del 2009 il libro Il patrimonio industriale di San Pietro Vernotico. Le fabbriche del vino.