Le porte d'Oriente

€16,00
Articolo:
Marcello Aprile
Simone Zeoli
Le porte d'Oriente
Lettura linguistica dei fumetti di Vittorio Giardino

Una lettura linguistica, a quattro mani, dei fumetti di Vittorio Giardino che toccano momenti drammatici della storia europea: la vigilia della seconda guerra mondiale, la Spagna della guerra civile, la Cecoslovacchia dello stalinismo. La lezione della scuola franco-belga è presente in Giardino con il ritmo narrativo serrato, le soluzioni innovative nelle tavole e una complessa e articolata tecnica del disegno.

info-copertina
Le porte d'Oriente
anno: 
2005
pagine: 
112
isbn: 
88-8176-734-1

Aprile-Zeoli, Le porte d'Oriente

22/02/2005

La lingua di Giardino, di Renato Pallavicini


Il fumetto è un linguaggio e, dunque, come diceva Monsieur de La Palisse, se ne occupano anche i linguisti. Cominciò un quarantennio fa Umberto Eco, buttando a mare la «bambinità» del medium e restituendogli una dignità «adulta». Su quella strada, tra lingua e comunicazione, molti altri si sono messi: da Daniele Barbieri a Sergio Brancato, da Gino Frezza a Benoit Peeters, per citare tra i più acuti e assidui «lettori» dei fumetti.

Aprile-Zeoli, Le porte d'Oriente

01/06/2008
Giardino di delizie narrative, di Gianni Brunoro
 
Se si parla di fumetto, si fa presto a dire “letteratura disegnata”, visto che l’espressione ha assunto ormai una diffusione tale da essere pacificamente accettata da chiunque, i lettori e i critici. In realtà non tutti gli autori la realizzano in ugual misura: nel senso che alcuni di loro hanno un modo di narrare assai più “letterario” di altri.

Cerca libro

News