Gardo Mongardo

€13,00
Articolo:
Claudio Menni
Gardo Mongardo
Solo al prossimo giro valuterò se rientrare,
se imprigionare il mio polso di nuovo al vostro orologio.

Gardo Mongardo fugge. Fugge da una banda di spacciatori. Fugge da sé. Bologna, Parigi, Rio, Bahia, Cannes, Barcellona. E poi New York, Las Vegas, Città del Messico, L’Avana: tra lo sfavillio di un party con i divi di Hollywood e squallidi ostelli, tra droghe e pietre preziose, tra inferno e redenzione. L’alcol e il sesso come strumenti per interpretare il mondo e capire i mille personaggi che incontra.

L’odissea di un uomo solo, alla ricerca di sé e degli altri.
Un romanzo innovativo e rivoluzionario, che coniuga la letteratura alla vita.
info-copertina
Gardo Mongardo
anno: 
2007
pagine: 
192
isbn: 
978-88-8176-935-3
Claudio Menni (1964) vive a Casola Valsenio, in provincia di Ravenna. Gioca a calcio come centrocampista nella Nazionale italiana scrittori.
Ha fatto il manovale, l’operaio, il bagnino, l’insegnante di nuoto, il netturbino, il montatore di scaffalature, il bracciante agricolo, l’imbianchino, il messo comunale; adesso è agente di commercio.

Ascolta l'intervista di Felice Cimatti a Menni nella puntata di Fahrenheit del 19 luglio 2007, all'indirizzo www.radio.rai.it/radio3/fahrenheit/mostra_libro.cfm?Q_EV_ID=221948

 

Claudio Menni, Gardo Mongardo

03/07/2007
Una lingua necessaria, di Rossano Astremo
 
Il suo nome è Vinicio Mongardo, ma tutti lo chiamano Gardo Mongardo.

Claudio Menni, Gardo Mongardo

10/07/2007
Il «punto G» della lettura. Una collana per i nuovi scrittori, di Enzo Mansueto
 
L’intestazione della collana è spiazzante e, crediamo, ironica, giustificata come è solo dal claim pubblicitario – «accendi il piacere della lettura» – e non da note in copertina. Punto G, lungi dall’essere una incursione del serioso editore nei territori dell’eros o del porno, è invece la giovane creatura di Manni: una collana dedicata alle scritture contemporanee.

Claudio Menni, Gardo Mongardo

17/07/2007

Quando James Bond ha la forza di prenderle, di Francesco Zardo

Claudio Menni, Gardo Mongardo

26/07/2007

In venticinque parole, di Antonio D'Orrico

L'autore è centrocampista della Nazionale scrittori, ex manovale, ex bagnino, ex netturbino, ex bracciante, attuale agente di commercio. Lavori usuranti. Si merita la pensione. Subito.

Claudio Menni, Gardo Mongardo

16/08/2007
Gardo Mongardo, un Ulisse dei nostri tempi, di Antonio Celano
 
Qualcuno ha scritto che questo libro è antilirico. Non è vero: non solo è lirico, ma pure epico; anche se è l’epica di un Ulisse, la poetica a volte un po’ cupa di un uomo solo.

Claudio Menni, Gardo Mongardo

01/08/2007
Consigli di lettura, di Carlo D'Amicis

Quando lavori in un posto come Fahrenheit (la trasmissione sui libri di Radio 3), e ogni mattina trovi sulla scrivania nuove pile di volumi, e ti basta una telefonata per ricevere la copia che ti serve, e devi leggere pagine e pagine ogni giorno, il tuo rapporto con i libri finisce con l’assomigliare a quello che un attore porno ha (immagino) con il sesso: devi ciò ridisegnare una passione. Inventarti un percorso alternativo per accedere al piacere. O magari recuperarne certe antiche seduzioni.

Claudio Menni, Gardo Mongardo

02/09/2007

Un uomo in fuga, di Michele Trecca

Claudio Menni, Gardo Mongardo

01/09/2007

Qui la disperazione non è tutta finta, di Filippo La Porta

L'avventura principale, nel picaresco-alcolico esordio di Menni, quarantenne ravennate, è la lingua. Subito sei impigliato in una fitta rete di aggettivi e metafore, mentre una nostalgia di donna attraversa il protagonista Gardo come il frullo di un pettirosso. Un romanzo estenuato e barocco che racconta i Sud del mondo con citazioni dantesche, Renato Zero e disperazione non finta. Promettente avvio di una nuova collana Manni.

Claudio Menni, Gardo Mongardo

25/09/2007

Fuga da Bologna nel mondo, di Alfio Siracusano

Claudio Menni, Gardo Mongardo

05/10/2007

05/10/2007 - Left
A zonzo tra Parigi e L'Avana, di Filippo La Porta

Cerca libro

News